Lo dovrebbero fare solo i Milanesi… così almeno sosteneva la grande pietra miliare della cucina italiana, il buon Pellegrino Artusi. Eppure nell’inverno del Vecchio Mulino non può mai mancare.

La frutta, zuccherina e con un tocco leggero di acidità, da sempre è protagonista della cucina anche in preparazioni salate. Le spezie sono da secoli sinonimo di cucina ed antichissima eredità culturale.

risotto con ragù d'oca

L’autunno finalmente è giunto. Rinunciamo al calore del sole estivo, alle lunghe giornate di luce chiara, alla leggerezza dei menu agostani, ma per fare spazio agli incredibili sapori e profumi della gastronomia della stagione forse più felice e ricca.

risotto alla zucca

Sono i colori dell’estate, quelli vividi della natura che in questa stagione esplodono nei campi e nelle risaie. Sono i colori di un ortaggio ricchissimo di gusto e con tante proprietà (vitamine, sali minerali, antiossidanti), che in provincia di Pavia ha tanti luoghi d’elezione.

arancia

Quell’aroma fresco, appena pungente, che inebria e ci fa immergere subito in acque cristalline, guardando verdi promontori punteggiati di giallo e arancio…

Arriva l’aria del Natale e porta con sé gli intensi e affascinanti aromi delle spezie. Nel risotto del mese del Vecchio Mulino, allora, non può mancare un tocco profumato e colorato, quello del pepe rosa che, come piccole decorazioni natalizie, increspa un morbidissimo risotto all’onda mantecato con il mascarpone.

risotto con ragù d'oca

Quando giunge novembre, l’oca diventa la grande protagonista della tavola e sotto forma di un caldo e profumatissimo ragù tinge il riso dei colori dell’autunno e del sapore autentico di questa terra di confine tra Lombardia e Piemonte. E sì, il risotto del mese è proprio questo, ma al Vecchio Mulino l’oca non incontra solo

Read more…